Markeeno

Insegnante

Il suo viaggio all’interno della cultura hip hop ha inizio nel 2003 quando, entrato a far parte della scuola di danza Centro Stile Balneare di Senigallia ha cominciato a ballare e ad esprimere la sua personalità attraverso la Break Dance (b-boying). La curiosità verso altre tecniche, dinamiche e soprattutto altri sound lo ha accompagnato alla scoperta delle discipline che di lì a poco sarebbero diventate fondamentali per la sua crescita artistica e professionale: Locking e Hip Hop. Si rivelerà di grande importanza anche l’incontro con due ballerini ed insegnanti attivi a livello nazionale ed internazionale: Lizhard e Preye. Con entrambi si consolida un rapporto collaborativo che negli anni successivi otterrà come risultato l’allestimento di shows, la collaborazione nell’ambito dell’insegnamento, ma prima ancora, la partecipazione alle maggiori competizioni di danza hip hop in Italia e in Europa. L’interesse verso le discipline legate alla danza hip hop lo ha portato a seguire workshops con personaggi significativi nel panorama internazionale e ad approfondire in particolare la conoscenza del Locking con insegnanti come Kris, Junior, Greg Cambellock Jr, Suga Pop, Toni Basil. Nel 2007, spinto da sete di conoscenza e voglia di mettersi in gioco, si è avvicinato alla danza classica e moderna attraverso le quali ha ottenuto nel 2008 il Premio Speciale della Giuria nella categoria "passo a due", al concorso “Expression” di Firenze. La coreografia, ideata da Massimo Perugini, fu seguita da Maria Luisa Roncucci, una persona che, assieme a Valeria Chiarini (danza moderna) ha avuto un impatto estremamente significativo nella sua crescita professionale e artistica. Nel 2009 insegna le sue prime lezioni al Centro Stile Balneare di Senigallia, ma è nel 2010 che, seguendo con attenzione la scena artistica di Los Angeles, ha scoperto lo stile che oggi meglio lo rappresenta: il Jazz Funk. Nel 2011 ha formato con il collega e amico Lizhard il duo Eelectro Lock ottenendo una finale al Give It Up 2011 per la categoria “Locking” e partecipando alle selezioni del “Juste Debout International” a Parigi. Nell’estate dell’anno 2011 e in quella del successivo 2012 ho seguito corsi di Hip Hop, Jazz Funk, Locking e Popping presso le più note scuole di Los Angeles: Debbie Reynolds, Millenniumm Dance Complex, Movement Lifestyle, Evolution Dance. Nel 2013 è vincitore, insieme all’amico e collega Tony Flower, del “Give It Up” per la categoria “Locking”. Dallo stesso anno è fondatore e membro, insieme ai tre colleghi e amici Lizhard, Tony Flower e Ryan, dei T.I.L.T. (The Italian Locking Team) con cui ha partecipato al “The Jambo – Urban Summer Festival” di Bologna. Il gruppo si fa notare e riceve l’invito per un’importante esibizione a Parigi presso l’evento “Pay The Cost to Be The Boss” organizzato da P.Lock, uno dei maggiori esponenti del Locking mondiali. Attraverso lo studio, la ricerca di completezza e le esperienze vissute ha sempre sviluppato la sua versatilità.


BIO

Il suo viaggio all’interno della cultura hip hop ha inizio nel 2003 quando, entrato a far parte della scuola di danza Centro Stile Balneare di Senigallia ha cominciato a ballare e ad esprimere la sua personalità attraverso la Break Dance (b-boying). La curiosità verso altre tecniche, dinamiche e soprattutto altri sound lo ha accompagnato alla scoperta delle discipline che di lì a poco sarebbero diventate fondamentali per la sua crescita artistica e professionale: Locking e Hip Hop. Si rivelerà di grande importanza anche l’incontro con due ballerini ed insegnanti attivi a livello nazionale ed internazionale: Lizhard e Preye. Con entrambi si consolida un rapporto collaborativo che negli anni successivi otterrà come risultato l’allestimento di shows, la collaborazione nell’ambito dell’insegnamento, ma prima ancora, la partecipazione alle maggiori competizioni di danza hip hop in Italia e in Europa. L’interesse verso le discipline legate alla danza hip hop lo ha portato a seguire workshops con personaggi significativi nel panorama internazionale e ad approfondire in particolare la conoscenza del Locking con insegnanti come Kris, Junior, Greg Cambellock Jr, Suga Pop, Toni Basil. Nel 2007, spinto da sete di conoscenza e voglia di mettersi in gioco, si è avvicinato alla danza classica e moderna attraverso le quali ha ottenuto nel 2008 il Premio Speciale della Giuria nella categoria “passo a due”, al concorso “Expression” di Firenze. La coreografia, ideata da Massimo Perugini, fu seguita da Maria Luisa Roncucci, una persona che, assieme a Valeria Chiarini (danza moderna) ha avuto un impatto estremamente significativo nella sua crescita professionale e artistica. Nel 2009 insegna le sue prime lezioni al Centro Stile Balneare di Senigallia, ma è nel 2010 che, seguendo con attenzione la scena artistica di Los Angeles, ha scoperto lo stile che oggi meglio lo rappresenta: il Jazz Funk. Nel 2011 ha formato con il collega e amico Lizhard il duo Eelectro Lock ottenendo una finale al Give It Up 2011 per la categoria “Locking” e partecipando alle selezioni del “Juste Debout International” a Parigi. Nell’estate dell’anno 2011 e in quella del successivo 2012 ho seguito corsi di Hip Hop, Jazz Funk, Locking e Popping presso le più note scuole di Los Angeles: Debbie Reynolds, Millenniumm Dance Complex, Movement Lifestyle, Evolution Dance. Nel 2013 è vincitore, insieme all’amico e collega Tony Flower, del “Give It Up” per la categoria “Locking”. Dallo stesso anno è fondatore e membro, insieme ai tre colleghi e amici Lizhard, Tony Flower e Ryan, dei T.I.L.T. (The Italian Locking Team) con cui ha partecipato al “The Jambo – Urban Summer Festival” di Bologna. Il gruppo si fa notare e riceve l’invito per un’importante esibizione a Parigi presso l’evento “Pay The Cost to Be The Boss” organizzato da P.Lock, uno dei maggiori esponenti del Locking mondiali. Attraverso lo studio, la ricerca di completezza e le esperienze vissute ha sempre sviluppato la sua versatilità.


CLASSI DANZA

JAZZ FUNK

Il Jazz Funk è uno stile di danza già di per se molto poliedrico e, come amo definirlo io, trasversale. È tale proprio perché può andare a toccare stili diversi per poi, a discrezione e gusto del ballerino, creare una forma propria e originale. Più è completo tecnicamente un ballerino più sarà completo il "suo" Jazz Funk. L'obiettivo del corso è proprio quello di scoprire le varie radici da cui può attingere e le altrettanto numerose sfumature e declinazioni che questo stile può assumere. Vedremo volta per volta come avviene questa "trasformazione".



GALLERY